In data 26 novembre 2019 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea la Direttiva (UE) del 23 ottobre 2019, n. 1937 recante “Protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’Unione” (“Direttiva Whistleblowing”).

Il legislatore europeo ritiene che in determinati settori, le violazioni del diritto dell’Unione europea, indipendentemente dal fatto che ai sensi del diritto nazionale siano qualificate quali violazioni amministrative, penali o di altro tipo, possono arrecare grave pregiudizio al pubblico interesse, creando rischi significativi per il benessere della società. In tali casi, le eventuali segnalazioni degli informatori possono fornire ai sistemi di contrasto nazionali e comunitari informazioni che portano all’indagine, all’accertamento e al perseguimento dei casi di violazione delle norme dell’Unione europea, rafforzando in tal modo i principi di trasparenza e responsabilità.

Leggi l’articolo

Articolo pubblicato su IusLetter il 5 dicembre 2019

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn