Il Tribunale di Palermo nella sentenza in esame ha sancito che la violazione degli obblighi gravanti sugli amministratori, con l’accertamento dell’inadempimento da parte di questi agli obblighi imposti dalla legge e/o dall’atto costitutivo, costituisce presupposto necessario, ma non sufficiente per affermarne la responsabilità risarcitoria.

Leggi l’articolo

L’articolo pubblicato su IusLetter l’8 agosto 2019.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn