La Corte di Cassazione, con ordinanza del 3 settembre scorso, ha stabilito che il cointestatario di un conto corrente non possa effettuare prelievi o altre disposizioni di pagamento in assenza di un contratto che lo autorizzi a tanto.

Leggi l’articolo

Articolo pubblicato su IusLetter il 13 settembre 2019

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn